sabato 26 dicembre 2015

Il mio Tsunami

26 dicembre 2004, io c'ero e son tornato: ricordo l'onda lunga dello Tsunami alle Maldive, ove la mia unica e sospirata vacanza in questo paradiso è durata solo 24 ore: il tempo di essere rimpatriato dalla Protezione Civile.
Il mio Tsunami, 2004 Capsoni
Click sulla foto per vedere altre immagini
Atterro a Malè alle 7:30 e alle 9 succede qualcosa: l'acqua inizia a salire piano piano mentre attendevamo il battello per la nostra destinazione. Non si poteva capire cosa stesse accadendo e iniziammo a salire su qualche sedia pensando a un fenomeno abituale vedendo le auto che percorrevano la strada a mò di motoscafo senza tanto timore. Poi abbiamo dovuto salire su un muretto con tanto di bagagli, mentre io imprecavo all'organizzazione di imbarcarci.
Nel punto dove noi eravamo l'acqua sale non più di 1,20 metri e si ferma (per fortuna!!!) ma a quel punto inizia a discendere più rapidamente: nel porto si era aperta una voragine di quasi 10 metri..... l'onda di ritorno. Fortunatamente e sottolineo fortunatamente, la situazione si normalizzò e, imbarcati per la destinazione, si navigò come uno slalom tra detriti e arredamenti ancora galleggianti nel mare.
Arrivati alla nostra isola, ove il villaggio aveva subìto molti danni, venivamo informati dello Tsunami e che il villaggio era inaginbile; veniamo quindi arrangiati come possibile in attesa del giorno seguente per il rimpatrio.
Posso dire che sono solo fortunato se oggi sono qui a parlarne.

mercoledì 23 dicembre 2015

Auguri 2015/2016

Per questo consueto appuntamento annuale scrivo un pensiero che è tratto da un episodio vero e che Vi invito ad avere la pazienza di leggerne le poche righe.

Red, Serie Stormi ©2005 Fabrizio Capsoni
Red, Serie Stormi ©2005 Fabrizio Capsoni
Stormi, serie fotografica Fine Art: disponibile in diverse misure e colori
tiratura limitata e certificata
"In natura le popolazioni eleggono un capo che le guidi e le protegga; 
solo nella specie umana il capo prescelto spesso le porta alla rovina" (f.c.)

Nel 1990 per motivi professionali mi ero recato in Toscana nella villa di un cliente che peraltro era anche un buon conoscente. Mentre attendevo in soggiorno sento bestemmiare il conoscente mentre prendeva a calci un cane lupo la cui colpa era quella di aver partorito... Si avvicina a me e salutandomi mi disse: "ora viene il veterinario che li ammazza". Cerco invano di convincerlo a non autorizzare tale conclusione e poco dopo arriva il veterinario. Mi apparto un momento con lui e gli chiedo: "Buongiorno, lei ha fatto tanti sacrifici per studiare e laurearsi, vero?" - certo e grazie all'aiuto dei miei genitori, rispose - incalzo: "quindi lei ha studiato per curare e salvare gli animali" - ovvio, rispose - concludo: "ma allora cosa le è servito tanto studio se poi per 100 mila lire lei accetta di ammazzare 6 cuccioli innocenti??? Lei dovrebbe rifiutare questo incarico!" Cambiò faccia e se ne andò un po' vergognato e senza uccidere i cuccioli.

Ed ecco il senso di questa storia: ognuno di noi deve svolgere il proprio ruolo o la propria professione con la coscienza di aiutare il prossimo e mai di recare danno per convenienza personale o, peggio, per incarico di qualcun'altro.

Buon Natale e auguri di un prospero 2016
Fabrizio Capsoni 

sabato 14 novembre 2015

Relatore nella Conferenza sul Collezionismo di Fotografia

Ad Arte Padova 2015, la Conferenza "Iniziare a collezionare fotografia" organizzata da EXPO Fine Art Photography ha riscosso grande interesse da parte di un pubblico curioso di approfondire i temi che riguardano la fotografia intesa come opera d'arte.
Conferenza collezionismo fotografia, Capsoni, Monnecchi
Tenutasi nella giornata di sabato 14 novembre, il colloquio col pubblico ha permesso di spiegare ed approfondire aspetti fondamentali per chi desidera avvicinarsi a questo sempre più interessante settore dell'Arte contemporanea.
Conferenza collezionismo fotografia, Capsoni, Monnecchi
I relatori Fabrizio Capsoni e Massimiliano Monnecchi hanno dapprima illustrato una panoramica per punti, quindi portato esempi concreti riferiti anche alle recenti Aste tenute da Bolaffi e Finarte a Milano, per poi rispondere ai vari quesiti posti dai presenti.

Bella esperienza, da ripetere. 

lunedì 9 novembre 2015

Presente a Arte Fiera Padova 2015

Fabrizio Capsoni partecipa, nello Stand di EXPO Fine Art Photography e Italia meravigliosa, a C.A.T.S. - Contemporary Art Talent Show di Arte Padova dal 12 al 16 novembre 2015 nel Padiglione 1, Stand 65 insieme ad altri 11 artisti fotografi.
Art Talent Show 2015
Contemporary Art Talent Show è il progetto di Arte Under 5000 Accessibile, ospitata all' interno di ArtePadova, giunta alla sua XXVI Edizione, regina indiscussa delle fiere dedicate all' arte moderna e contemporanea. La partecipazione a Contemporary Art Talent Show è riservata a gallerie, associazioni, artisti indipendenti e collettivi, che presentino opere d'arte dal costo inferiore ai 5000 euro. Da ormai 5 anni questa sezione racchiude il cuore pulsante della fiera d'arte, numerosissimi gli eventi collaterali presenti... Contemporary Art Talent Show: un contenitore di propulsione artistica senza pari, in cui i nuovi talenti possono realmente compiere il salto di qualità verso il mercato dell'arte maggiore.

La Mission di Contemporary Art Talent Show è educare il giovane pubblico all'arte e all'acquisto di essa, in un'atmosfera rilassata e ricca di stimoli, dove artisti, collezionisti, amanti dell'arte, connvergeranno per scambiare e condividere idee e suggestioni.
Italia Meravigliosa partecipa col proprio Stand istituzionale e come supporto a 12 talentuosi fotografi che esporranno nello Stand di EXPO Fine Art Photography: Barbagli Massimo, Capsoni Fabrizio, Cicchini Alberto, Corongi Marco, Kompaniets Yulia, Marone Cinzano Pittaluga Marcella, Monnecchi Massimiliano, Mosna Maria Teresa, Musatti Bettina, Paternò Castello Riccardo, Pozzoli Enrico, Tecchio Flavio. 

Contemporary Art Talent Show  
Inaugurazione 12 novembre 2015 alle h.18:00
da venerdì 13 a domenica 15 novembre dalle 10.00 alle 20.00  
Lunedì 16 novembre dalle 10.00 alle 13.00  

Quartiere Fieristico di Padova PAD. 1  
Italia Meravigliosa: STAND C 
EXPO Fine Art Photography: STAND 65

 ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS-LETTER "Arte e Fotografia" 
e RICEVERAI il nostro BIGLIETTO OMAGGIO

venerdì 19 giugno 2015

Conferenza sul collezionismo di fotografia

Photofestival 2015
Sabato 20 Giugno, verrà festeggiata presso la Galleria Pisacane Arte, via Carlo Pisacane 36, Milano, la chiusura della sezione primaverile di Photofestival 2015 con un Open Day, dalle 10 alle 20, e una Conferenza sul Collezionismo di Fotografia alle h.16:00: il critico e storico della fotografia Roberto Mutti e il collezionista Ettore Molinario dialogano sui temi più interessanti della materia. Introduce Fabrizio Capsoni.

Proseguono fino al 27 giugno 2015 le Tre Mostre Fotografiche di Capsoni, Kompaniets e Tecchio, esposte nella Galleria Pisacane Arte

domenica 31 maggio 2015

Tre mostre per Photofestival 2015

PHOTOFESTIVAL 2015 apre l'anno con ben 130 Mostre sparse per la città, anche per l'occasione di EXPO 2015, e Fabrizio Capsoni ne ha organizzate tre in contemporanea, una propria come autore e altre due come curatore.


"TRE MOSTRE per PHOTOFESTIVAL"
da GALLERIA PISACANE ARTE, Via Carlo Pisacane 36, Milano
dal 16 al 27 Giugno 2015
inaugurazione: 16 giugno h.18/22 - Open day: 20 giugno h.10/21
e col supporto di EXPO Fine Art Photography

YULIA KOMPANIETS: EMOTIONS. REFLECTION. INSIDE.
a cura di Fabrizio Capsoni
© Kompaniets, Reflection-Inside
 L’idea del progetto è nata durante la performance “No Comment Art Show” in collaborazione con “Loft in the red zone” e il gruppo newyorkese “Air Hit Agency” a Mosca nel febbraio 2012.
Dice Yulia: “Osservo l’evolversi e la distruzione del corpo dell’attore come un riflesso nella carta metallica, mentre lui danza, salta, cade a terra, strappa i suoi jeans in pezzi, versa acqua e canta e grida. È un momento molto dinamico e intenso. Questo riflesso è come uno specchio che ha appena portato in superficie tutte le emozioni e le agitazioni; come un taglio nel corpo che ha aperto per noi il mondo interiore nascosto di un uomo sicuro, forte e sano. I suoi fragili sentimenti, i suoi problemi, la sua vulnerabilità, timidezza ed incertezza vengono messi a nudo. È come un urlo, ma senza suono, che distrugge un muro metallico e ci offre l’opportunità di guardare dentro. Il silenzio di ascoltarsi. Vuoto ed eccesso. Contraddizioni. Assenza. Infine, solo in questo silenzio assordante è possibile ascoltare, sentire, imparare”. > Info .

FABRIZIO CAPSONI: FEMALES
© Capsoni, Sleeping
Frutto di diversi anni di ricerca, “Females” è una raccolta di immagini con le quali Capsoni espone dal 2005 la donna con raffinati scatti attraverso una Mostra Itinerante in diverse locations e gallerie. Giocando con la luce, le ombre, i colori, i luoghi, gli sguardi e i doppi sensi dei titoli, porta il pubblico a scrutare immagine per immagine in un intreccio tra pensiero ed emozione. Dice Capsoni:  “Il mio obiettivo è di rappresentare con eleganza la sensualità del corpo femminile; non cercate di spiegare a parole queste immagini, gustatele e amatele in un volo di sensazioni”. Sono opere di grande impatto artistico, eleganti e stampate con particolare attenzione.

FLAVIO TECCHIO: CON UN DITO PUNTATO VERSO IL CIELO
a cura di Fabrizio Capsoni
© Tecchio, Chiaro e Scuro
 Flavio Tecchio usa ancora la pellicola ed ama il bianco e nero che stampa in proprio nella sua camera oscura; viaggia molto e attraverso i suoi scatti realizza non un semplice reportage ma una ricerca. Con queste fotografie racconta un’India diversa, immobile nel suo scenario di palazzi e moschee che paiono eternare i luoghi stessi, ma aperta verso la modernità e il futuro. Spesso emerge l’aspetto grafico dei luoghi con figure che dialogano in modo armonico con lo spazio che le circonda. Quasi sempre ques’ultimo si sviluppa secondo schemi geometrici e sono quindi le scale, le pavimentazioni, i ricercati ornamenti delle facciate delle case a caratterizzare le fotografie.
Questo reportage è stato esposto alla Reggia di Colorno (Parma) nel 2010.

Galleria PISACANE ARTE, Via Carlo Pisacane 36, Milano
Web: www.pisacanearte.it   e   www.galleria.pisacanearte.it
Orari e giorni di apertura: dal lunedì al venerdì h.10/19, il sabato h.10/13 e h.15/19

Per informazioni sulla mostra: tel. +39 328 9564967 – info@capsoni.it
EXPO Fine Art Photography > www.expofineartphoto.blogspot.it

date di apertura: dal 16 al 27 giugno 2015
data e orario dell’inaugurazione: Martedi 16 Giugno 2015 dalle h.18 alle 22
Open Day: Sabato 20 Giugno 2015 dalle h.10 alle 21 con incontri e dibattiti

giovedì 28 maggio 2015

Milano Vola Alto in Regione Lombardia

In occasione di “Lombardy. Feeding the future, now”, il progetto di Regione Lombardia nato per dare visibilità a proposte innovative e di valorizzazione delle eccellenze lombarde, la Galleria Pisacane Arte inaugura giovedì 4 giugno 2015 presso lo Spazio Espositivo di Palazzo Lombardia a Milano la mostra collettiva Milano Vola Alto, un evento dedicato alla città sede nel 2015 dell’Esposizione Universale.


La sala presenterà un ricco allestimento di opere dedicate a Milano vista, e tal volta re-interpretata, con gli occhi di oltre 20 artisti tra i quali: Meloniski da Villacidro, Pier Luca Bencini, Loris Di Falco, Carlo Massimo Franchi, Pisati da Milano, Andrea Ferrari Bordogna, Enrico Pambianchi, Del Buda, Alessandro Russo, YuX , il gruppo Cracking Art e i fotografi Gaetano Alfano, FABRIZIO CAPSONI, Francesco Langiulli e Giovanni Salvati.
Nei loro quadri, sculture e fotografie gli artisti interpretano la città milanese in sincere testimonianze del cambiamento. Le atmosfere a volte sognanti, a volte decadentiste o contemplative delle opere, faranno da sfondo a visioni della metropoli talvolta oniriche, altre ancora satiriche o realistiche. 

Fabrizio Capsoni è quindi presente con tre delle sue opere.

Info Utili
Periodo espositivo: dal 4 al 29 giugno 2015
Orario: dal lunedì al venerdì, dalle 13.00 alle 19.00
Ingresso libero
 

giovedì 14 maggio 2015

Guardo, penso, fotografo

 “Guardo quel che vedo, fotografo quel che penso” (f.c.)

Capsoni, self portrait, ombra
Capsoni, self portrait, ombra

sabato 28 febbraio 2015

Mani straordinarie

"Mani straordinarie hanno plasmato l'opera e mani sapienti l'hanno concretizzata nella sua forma più durevole ed esteticamente più attraente, un lavoro di simbiosi tra l'artista e l'artigiano, tra il pensiero e la materia, tra il tempo e l'eternità, tra la forma sensoriale e la dinamica spaziale" (F.C.)
Con queste pensiero, Capsoni, nel gennaio 2015, inizia una ricerca sull'immortalità dell'opera artistica.

Mani Straordinarie ©2015 Capsoni
foto: Mani Straordinarie ©2015 Capsoni
scultura: La Creazione (Alfredo Battistini 1953-2008)
 "Gli artisti anticipano gesti scientifici, i gesti scientifici provocano sempre gesti artistici. è impossibile che l'uomo dalla tela, dal bronzo, dal gesso, dalla plastilina non passi alla pura imrnagine aerea, universale, sospesa, come fu impossibile dalla grafite non passare alla tela, al bronzo, al gesso, alla plastilina, senza per nulla negare la validità eterna delle immagini create attraverso grafite, bronzo, tela, gesso, plastilina"
[Primo Manifesto dello Spazialismo, maggio 1947]

sabato 7 febbraio 2015

Alba a Cernobbio

"Puoi svegliarti anche molto presto all’alba, ma il tuo destino si è svegliato mezz’ora prima di te" (proverbio africano)
Alba a Cernobbio - ©2015 Capsoni
Alba a Cernobbio - ©2015 Fabrizio Capsoni

Funny goat

"Mi sento sempre felice, sai perché? Perché non aspetto niente da nessuno" (W.S.)
Funny goat, Monte Generoso, ©2005 Capsoni
Funny goat - Monte Generoso - ©2005 Fabrizio Capsoni

domenica 1 febbraio 2015

Mattarella ri-visto da Capsoni

Abbiamo il nuovo Presidente della Repubblica: a piena maggioranza è stato eletto Sergio Mattarella. Porgo il mio saluto di benvenuto al neo Presidente con questo ritratto ottenuto, non potendolo fotografare direttamente, con una rielaborazione di una foto Ansa reperita sul web.
Mattarella visto da Capsoni
Aggiungi didascalia

CAPSONI - Mattarella - definitivo
Capsoni: Mattarella - definitivo

venerdì 16 gennaio 2015

Milano, La rotonda

La Rotonda della Besana è un complesso tardobarocco di Milano, nato con funzioni cimiteriali, che ha il suo centro nella ex chiesa, intitolata a San Michele, oggi sconsacrata e adibita a spazio espositivo. Deve il nome semplicemente alla via Enrico Besana dove è situato l'ingresso. Tutto attorno, vi è un bellissimo porticato a segmenti d'arco in mattone a vista che circonda un'area attualmente utilizzata come parco pubblico.
La rotonda, Milano - ©2014 Fabrizio Capsoni
La rotonda, Milano - ©2014 Fabrizio Capsoni
La rotonda è qui vista da Capsoni da una posizione particolare ed enfatizzata da un Bianco e Nero deciso per crearne quell'atmosfera stupefacente.
Ecco dunque realizzata un'altra Opera Fotografica Fine art di Capsoni, disponibile nei formati 30x45, 50x75, 66x100 (altri su richiesta) a tiratura 9 certificata e stampa su carta cotone o tela.